Come si abbatte una democrazia. Tecniche di colpo di Stato by Cinzia Bearzot

By Cinzia Bearzot

Eightvo pp. 214 broch, sovrac (broch, DJ)

Show description

Read or Download Come si abbatte una democrazia. Tecniche di colpo di Stato nell'Atene antica PDF

Similar italian books

Sistema di logica come teoria del conoscere

Excerpt from Sistema di Logica Come Teoria del Conoscere, Vol. 1 of 2Di questo libro fu pubblicato nel 1917 il primo quantity, nato da un corso di lezioni tenuto quell'anno nell'università, di Pisa; e l'anno dopo si dovette ristam pare prima che il secondo quantity fosse pronto, poichè intanto io avevo cambiato università e materia d'inse gnamento, e altre treatment mi distraevano da questo lavoro.

Extra resources for Come si abbatte una democrazia. Tecniche di colpo di Stato nell'Atene antica

Example text

Ma novità e sovversione vanno di pari passo per i Greci, nella cui lingua «fare la rivoluzione», in senso politico, si dice neoterizein, «far cose nuove». M. Raffaelli (Plutarco, Vite parallele. Coriolano, Alcibiade, Milano 20072). 5 L’anno ateniese iniziava in luglio: di qui l’indicazione doppia quando si riporta una data secondo il calendario giuliano. 6 Rimando in particolare al ruolo di Giocasta nello scontro fra Polinice ed Eteocle, sempre ai vv. 427 sgg. 7 La traduzione dei passi di Senofonte è di M.

La fine della spedizione di Sicilia e le prime misure «di emergenza» Intanto la spedizione era rimasta nelle mani di Nicia e di Lamaco, mentre, da parte siracusana, Ermocrate organizzava la difesa con grande energia. Nonostante Alcibiade avesse sperato di poter sfruttare le divisioni della Sicilia, con le sue città ricche di popolazione numerosa ma etnicamente mista, e politicamente instabili, gli Ateniesi trovarono in genere una fredda accoglienza. Una prima vittoria sul campo non venne adeguatamente sfruttata; nel 414 Siracusa fu presa d’assedio e gli Ateniesi conquistarono le fortificazioni della collina delle Epipole; ma Lamaco morì in uno scontro e con l’arrivo dello spartano Gilippo e delle sue truppe il blocco delle Epipole fu spezzato.

Nella spedizione, fortemente voluta da Alcibiade e rimasta invece nelle mani di Nicia che l’aveva osteggiata, Atene aveva perso due dei suoi migliori strateghi, Lamaco e Demostene, la flotta e migliaia di uomini fra opliti ed equipaggi delle navi: gli Ateniesi, prima increduli poi sgomenti quando la notizia giunse in città, «non avevano speranza di potersi salvare» (Tucidide VIII, 1, 2). Si temeva un attacco congiunto dei nemici dalla Sicilia e dalla Grecia, «insieme agli alleati di Atene, che avrebbero defezionato».

Download PDF sample

Rated 4.84 of 5 – based on 14 votes