Cavour e il suo tempo. 1810-1842 by Rosario Romeo

By Rosario Romeo

Show description

Read Online or Download Cavour e il suo tempo. 1810-1842 PDF

Similar italian books

Sistema di logica come teoria del conoscere

Excerpt from Sistema di Logica Come Teoria del Conoscere, Vol. 1 of 2Di questo libro fu pubblicato nel 1917 il primo quantity, nato da un corso di lezioni tenuto quell'anno nell'università, di Pisa; e l'anno dopo si dovette ristam pare prima che il secondo quantity fosse pronto, poichè intanto io avevo cambiato università e materia d'inse gnamento, e altre remedy mi distraevano da questo lavoro.

Additional resources for Cavour e il suo tempo. 1810-1842

Example text

Il fatto è che il buon Franchino, allora assai malandato in salute, aveva ormai perduto molto dell’antico brio e vivacità, e la sua stessa cultura veniva assumendo toni e atteggiamenti sempre più cautelosi e pedanteschi. Già lo spirare dell’antico secolo gli aveva suggerito amare considerazioni: «j’ai vécu une partie de ce maudit siècle que nous allons finir pour les autres; je me déclare que celui qui va commencer sera tout pour moi»93. Questo processo di ripiegamento su se stesso, che, come si è detto, si aggraverà negli anni successivi, non costituiva certo la premessa psicologica più adatta per consentirgli di intendere un giovane diciannovenne e di carattere, a quel che pare, fantasioso e vivace.

Incarico, questo, di fiducia, e che mostra con evidenza che il servizio del giovane Cavour nelle file francesi non doveva aver avuto carattere troppo impegnativo, e comunque non tale da compromettere la reputazione di fedeltà sabauda della famiglia neanche agli occhi dei più rigidi esponenti del legittimismo. Marengo (14 giugno 1800) venne presto a por fine alle rinate speranze dei fautori dell’ancien régime. Amareggiato e deluso, disperando per sempre di ogni avvenire politico e militare, Franchino, che insieme con Michele si trovava ad Alessandria in quel periodo, con un corpo di circa 3000 uomini di truppa piemontese, inaspriti dall’equivoco atteggiamento degli imperiali verso la sovranità di Carlo Emanuele IV, e che gli austriaci si rifiutavano peraltro di impiegare come forze da combattimento76, decise di lasciare il paese.

Il 21 Michele, il conte di Sant’Andrea e un suo nipote, con due domestici, s’imbarcavano su una feluca per Livorno, ma il cattivo tempo li costrinse a sostare a Camogli: e di là Michele scriveva alla madre il 2285, osservando che in Liguria «depuis que la guerre reigne dans ces contrées les préjugés ont disparu avec la bonne foi. L’Église a été dépouillée de ses richesses, mais le négociant perd l’idée du juste sans craindre la vengeance dont ses ayeux l’avoient toujours menacé s’il s’écartoit des principes honnêtes.

Download PDF sample

Rated 4.23 of 5 – based on 43 votes